Disegnare, sempre.

 

Giacometti diceva: “è come se la realtà fosse continuamente dietro a velari che si strappano: ce n’è ancora un’altra, sempre un’altra…”  Disegnare per me è la necessità di rappresentare una realtà che vedo, o meglio, che intravedo al di là della comune percezione della forma. Disegno quello che vedo, con gli occhi socchiusi.

Eleonora Prado_Vietnamese girl in Phu Quoc_2016
Eleonora Prado_Vietnamese girl in Phu Quoc_2016
Prado_20X30_04
Prado_20X30_04
Prado_20X30_12
Prado_20X30_12
Prado_30X40_08
Prado_30X40_08
Prado_30X40_17
Prado_30X40_17
Prado_30X40_18
Prado_30X40_18
Prado_30X40_19
Prado_30X40_19
Prado_30X40_20
Prado_30X40_20
Prado_30X40_16
Prado_30X40_16
Prado_30X40_15
Prado_30X40_15
Prado_30X40_14
Prado_30X40_14
Prado_30X40_13
Prado_30X40_13
Prado_30X40_12
Prado_30X40_12
Prado_30X40_11
Prado_30X40_11
Prado_30X40_10
Prado_30X40_10
Prado_20X30_13
Prado_20X30_13
Prado_30X40_01
Prado_30X40_01
Prado_30X40_02
Prado_30X40_02
Prado_30X40_04
Prado_30X40_04
Prado_30X40_05
Prado_30X40_05
Prado_30X40_06
Prado_30X40_06
Prado_30X40_07
Prado_30X40_07
Prado_20X30_11
Prado_20X30_11
Prado_20X30_10
Prado_20X30_10